Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria

 

"G. Bresciani"

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come e quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teche e archivi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La valorizzazione e divulgazione del patrimonio culturale non possono ormai prescindere dalla tecnologia, in particolare quella di Internet su cui si innesca il Web, quel vettore-strumento che ci ha cambiato la vita rendendola molto più veloce, a volte anche troppo, e rivoluzionato al tempo stesso i concetti base di "utente" e di "comunicazione".

 
Così gli
strumenti di gestione e accesso ai patrimoni culturali si sono evoluti esplosivamente, da tradizionali schedature cartacee, con gran fatica consultabili in contenitori fisici, a web semantico e linked open data, con uso massiccio, dinamico e travolgente di immagini e suoni,  incredibilmente affascinanti ma che impongono più metodo.

 

 

Comunicare conoscenza richiede oggi non solo correttezza, efficacia, velocità e utilità immediata, ma anche seduzione, capacità di rendere "vicino" il distante, "facile" il non evidente, quella modernità del saper governare il presente facendo convivere competenze tradizionali con i progressivi e continui rapidissimi cambiamenti della tecnologia.


Il lavoro dei
professionisti della conoscenza - o chi altri comunque si trovi a gestirla attraverso divulgazione, insegnamento, apprendimento - si gioca tutto sull'aggiornamento del linguaggio e la comunicazione, indipendentemente da quale genere di patrimonio culturale si tratti, quali che ne siano i contenuti, le forme, i contesti e gli "utenti".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il primo passo verso il patrimonio culturale, intenzionale o casuale che sia, si fa ormai quasi sempre attraverso il Web e per qualunque ricerca la rete è oggi "lo" strumento primario, cui possono seguire indagini o sopralluoghi, facendo di siti e portali "i" luoghi di accesso privilegiato a tutte le risorse culturali, cioè di prima esperienza.

 

Il concetto di "utente" si è notevolmente ampliato a comprende oggi il ricercatore accademico come l’utente esperto, non necessariamente accademico, e l’utente meno esperto, fino al visitatore "semplicemente curioso", e ormai molto spesso addirittura lo stesso divulgatore dei beni culturali nel suo lavoro diventa a sua volta utente...



Nelle
prime fasi di ricerca si ha un tema di interesse, più di rado una tipologia di risorsa, si cercano informazioni indipendentemente dal supporto e dal luogo di conservazione, per lo più attraverso ricerche per parola in contesti dati diversi e pure descrizioni gerarchiche che, attraverso il linguaggio, diventeranno via via conoscenza.

 

Per le collezioni di reperti, rispetto a strumenti di accesso tradizionali si potrà invece ricorrere alla risorsa ormai dominante dell'immagine, accompagnata da corrette didascalie complete, in grado di esplicitarne il contesto, i legami che abbia con altre risorse, che permetta ottimale nuovo accesso a patrimoni e percorsi di ricerca trasversali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricerche e consultazioni degli archivi museali è un'offerta "dovuta" al pubblico, relativamente ai reperti conservati, attraverso tradizionale archivio catalografico cartaceo e banca dati informatizzata, stampe e cartoline, tutto consultabile su appuntamento, per motivi scientifici e di studio, garantendone completo accesso in loco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Società Operaia Bracciano

1878

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HomeWelcomeWhat's HappeningSpecial Events

Virtual TourCollection SamplesWhere How & WhenLearning CenterExtended Museum

Archaeology for AllVolunteersMembersWeb WeaversCredits

 

 

 

 

© Copyright 1989-2019 AlterEgo & Partners™, Stockholm, Sweden, with  Copyleft

for non-commercial use of original material if source | © | web URL | authors fully quoted

All rights reserved AlterEgo & Partners and The White Fly Publishers