Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria

 

"G. Bresciani"

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come e quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archeologia per tutti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le nostre storie private insieme nostra storia comune, per raccontare l'avventura ancora in corso della Comunità, abbracciando il tema delle Giornate Europee del Patrimonio 2018 "L’Arte di condividere", perché no, cercando di contribuire a capovolgere aspettative di un'esperienza solitamente immaginata esclusiva di specialisti.
 

Le Giornate Europee del Patrimonio, una manifestazione promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea nel 1991 per favorire il dialogo e lo scambio culturale fra "Nazioni", appunto rafforzando il rapporto con la propria "Comunità", con una partecipazione più attiva e conoscenza consapevole del patrimonio culturale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Veduta di Bracciano" - Cartolina spedita nel 1906, ma con una foto di Bracciano fine Ottocento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche piccole Comunità locali sono spesso depositarie di significative ma spesso poco conosciute testimonianze del nostro passato comune e ripercorrere la storia in "Tuscia Romana" o Patrimonium Beati Petri, imparando a (ri)conoscerne le unicità, come a Bolsena, Sutri, Capena, Cerveteri con Pyrgi, Tarquinia, Vulci, è un'avventura!

Essenziale la
centralità della cultura quale fattore di coesione sociale, da cui ripartire verso nuovi modelli di miglior sviluppo, più sostenibile, restauri, opere di valorizzazione, itinerari naturalistici, storici, artistici, Istituzioni pubbliche e private in sinergia, volontariato, (ri)prendendoci cura di queste radici come nostra identità culturale.
 


Una
promozione culturale coinvolgente invita a scoprire beni culturali nella e vicino la propria città, frutto di incontri-scontri di civiltà diverse, percorsi ricchi di tesori artistici, culturali, ambientali, che ci uniscono al resto d'Europa, quelle "nostre" peculiarità che in realtà si fondono con influenze continentali, mediterranee o ancora "oltre".

 

La domanda culturale va progressivamente aumentando, così tutte le iniziative volte ad approfondire la conoscenza del nostro "patrimonio" o "matrimonio" che sia, nelle sue multiformi chiavi di lettura, le quali si spera possano contribuire a consolidare vero rapporto identitario tra Cittadini e il nostro comune "Patrimonio materiale e immateriale".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Convenzione quadro del Consiglio d'Europa sul valore dell'eredità culturale per la società

presentata il 27 ottobre 2005 nella città portoghese di Faro, sottoscritta dall'Italia nel 2013, ma

non ancora ratificata dal Parlamento, introduce il concetto di "eredità-patrimonio culturale"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La rivoluzionaria Convenzione quadro 2005 del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società, nota come "Convenzione di Faro", all’art. 2, offre la seguente definizione dei concetti cardine che vengono introdotti dalle tematiche:
 


"L’eredità culturale è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione.

 

Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi.

 

Una comunità di eredità è costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale, e che desidera, nel quadro di un’azione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Società Operaia Bracciano

1878

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HomeWelcomeWhat's HappeningSpecial Events

Virtual TourCollection SamplesWhere How & WhenLearning CenterExtended Museum

Archaeology for AllVolunteersMembersWeb WeaversCredits

 

 

 

 

© Copyright 1989-2019 AlterEgo & Partners™, Stockholm, Sweden, with  Copyleft

for non-commercial use of original material if source | © | web URL | authors fully quoted

All rights reserved AlterEgo & Partners and The White Fly Publishers